Il finale più emozionante: Ariano, tutto in 40 minuti

Stampa

b_330_260_15593462_0___images_stories_0002.RassegnaStampa2015.16_Cupido_vs_Bologna.jpgE’ un Ariano automatico che, come per magia, ha trovato chimica, fiducia e risultati. Contro Bologna è arrivato il sesto successo consecutivo. Eguagliato il primato societario in A2 grazie ad una prestazione solida. Match in assoluto controllo, nonostante le assenze di Maggi, Albanese e Falanga. Cupido e Celmina sugli scudi in un gruppo dove ciascuna ora riesce a fornire il proprio contributo: dalla panchina (Paparo e Santabarbara in evidenza), al grande spirito di sacrificio di chi, come Zanetti, fa pentole e coperchi sotto le plance. La striscia vincente però non è stata sufficiente a far saltare i tappi dalle bottiglie di champagne. Ariano si giocherà tutto nell’ultima fatica di regular season sabato sera a Palermo. Solo tre le posizioni sicure alla vigilia dell’ultima giornata. La Spezia, Ferrara e Castel San Pietro: è questo il podio in vista dei playoff a cui accedono le prime otto (nona salva, ultima retrocede, le altre quattro ai play-out). La “partita” più grande coinvolge le cinque squadre sospese tra playoff e playout. Di queste solo Viterbo può al massimo ambire alla salvezza diretta (nono posto), ma deve battere Brindisi e sperare nella sconfitta di Viareggio. Le altre quattro vivranno gli ultimi 40 minuti tra il paradiso e l’inferno.
LE COMBINAZIONI - In casa Ariano si fanno i conti. Se dovesse arrivare il “settebello” a Palermo, le rossoblù sarebbero nei playoff: da ottave se chiudessero a quota 26 appaiate con Empoli (incrocio nei quarti con La Spezia), addirittura da settime se Empoli dovesse cedere in casa contro Civitanova (quarti di finale contro Ferrara). Discorso più complicato in caso di sconfitta. Si oscilla dall’ottavo al decimo posto. Ariano manterrebbe l’attuale posizione nel caso di arrivo solitario a quota 24, grazie alle sconfitte di Civitanova (ad Empoli) e Viareggio (a Castel San Pietro). Niente post season, ma salvezza diretta (nono posto) se a quota 24 ci fossero anche Empoli e Civitanova oppure solo Viareggio. Ariano scivolerebbe al decimo posto, e quindi nei play-out, in un solo caso: arrivo in gruppo a 24 con Empoli, Civitanova e Viareggio.
Classifica: La Spezia 48; Ferrara 44; Castel S. Pietro 32; Bologna, Palermo 30; Stabia 28; Empoli, Ariano Irpino 24; Civitanova M., Viareggio 22; Viterbo 20; Salerno 10; Ancona, Brindisi 8. Prossimo turno (09/04, ore 21): Castel San Pietro – Viareggio; Stabia – Ancona; Ferrara – La Spezia; Bologna – Salerno; Empoli – Civitanova M.; Viterbo – Brindisi; Palermo – Ariano Irpino.

Acsi – L’ultima giornata della fase ad orologio ha portato in dote il terzo successo stagionale, il secondo in trasferta (53-57 a Battipaglia), ma non è servito ad evitare l’ultimo posto e la conseguente retrocessione in serie C, il cui verdetto era peraltro già arrivato con un turno di anticipo. Il tema più grande ora riguarda il futuro. Donatella Buglione, assente nelle ultime giornate per l’infortunio alla spalla, potrebbe decidere di chiudere la carriera e di intraprendere quella di allenatrice a tempo pieno. I progetti per il futuro non mancano e ruotano intorno alla possibilità di affiancarsi ad un partner commerciale importante. Se ci sarà questa possibilità l’Acsi potrebbe chiedere il ripescaggio, altrimenti si ripartirà dalla serie C. La società punta forte sul settore maschile dove l’under 13 Elite di Larry Middleton sta dominando in Campania. Lo scenario potrebbe prevedere, ed è questa la novità, una formazione senior ai nastri di partenza del prossimo campionato di Promozione maschile.

Joomla Templates and Joomla Extensions by ZooTemplate.Com

Web Master & Web Designer: Fiore Desiderato - Graphics Designer: Michele Roca