Le Farine tra paradiso e inferno

Stampa

b_330_260_15593462_0___images_stories_0002.RassegnaStampa2015.16_Carlton_Myers_con_Le_Farine_Magiche.jpgForse potremmo essere tacciati di blasfemia, ma per Le Farine Magiche è stata realmente una Pasqua di Resurrezione. Coach Ferazzoli e le sue ragazze si sono godute qualche giorno di pausa dopo le cinque, sorprendenti, vittorie consecutive. Un mese di successi, su cui nessuno avrebbe scommesso, ha ribaltato una situazione che stava rovinosamente scivolando verso i play-out con prospettive tutt’altro che rosee. Ed invece la svolta, arrivata lo scorso 20 febbraio a Ferrara, ha mutato completamente lo scenario. Ad 80 minuti dalla chiusura della regular season, la formazione del presidente Cirillo si è ripresa un posto nella griglia play-off con la concreta possibilità di restarci o quanto meno di sventare l’appendice dei play-out. Domenica prossima arriverà Bologna, si chiuderà a Palermo: le ufitane saranno artefici del proprio destino. Tutto è ancora possibile: dal settimo all’undicesimo posto, dai play-off ai play-out passando per il limbo del nono posto che garantirebbe una chiusura anticipata della stagione.

IL TALISMANO MYERS E LA VERITA' DI POPOVICH - Chi crede nei talismani potrebbe attribuire al fortuito incontro con Carlton Myers, in autogrill alla vigilia del match di Ferrara, la svolta della stagione. In realtà a confermarsi è il lavoro di coach Ferazzoli: produttivo in tempi medi-lunghi. Lo scorso anno sei successi consecutivi nella poule promozione regalarono l’accesso alla finale per l’A1. Quest’anno l’impresa, con mezzi notevolmente ridotti, potrebbe avere ancora più valore. La stessa trainer argentina aveva lasciato trasparire, ad inizio 2016, tutte le sue preoccupazioni, reclamando a più riprese rinforzi per un roster che, troppo verde ed incerottato, aveva pagato dazio con 11 sconfitte in 13 gare. “La gente vuole vittorie veloci. Non sanno quello che serve per creare e costruire”: l’assistant coach Valentina Calandrelli ha citato il coach dei San Antonio Spurs, Gregg Popovich, sul proprio profilo facebook. Sintesi migliore non poteva esserci per una squadra che ancora una volta è venuta fuori alla distanza.

LA VOLATA FINALE - Basterà? Cinque squadre racchiuse in quattro punti: Ariano ed Empoli (a quota 22), Viterbo, Civitanova e Viareggio (a quota 20). Tante, troppe, le combinazioni possibili considerando anche i due scontri diretti in programma tra Civitanova e Viterbo (domenica prossima) e tra Empoli e Civitanova (nell’ultimo turno). Ariano deve evitare l’arrivo a pari punti con Empoli (0-2 il computo degli scontri diretti). Anche i confronti con Viareggio (1-1 e -7 nella differenza canestri) e Civitanova (1-1 e -1) sono sfavorevoli. Diverso il discorso con Viterbo dove l’1-1 e +15 farebbe sorridere le arianesi. Le Farine sono costrette ad allungare la striscia per non renderla vana. Un successo contro Bologna e la concomitante sconfitta interna di Viareggio contro Palermo regalerebbe la sicurezza della salvezza o addirittura i play-off nel caso si registrasse la concomitante sconfitta di Empoli. Ariano è salva anche nel caso di successo su Bologna, vittoria di Civitanova e sconfitta di Empoli.

Prossimo turno (25^ giornata): La Spezia - Stabia (02/04 ore 19); Civitanova M. - Viterbo (03/04 ore 18); Ancona - Ferrara (02/04 ore 19.30); Brindisi - Empoli (02/04 ore 18); Viareggio - Palermo (02/04 ore 17.30); Ariano Irpino - Bologna (03/04 ore 18); Salerno - Castel S. Pietro (02/04 ore 19.30). Classifica: La Spezia 48; Ferrara 42; Palermo, Castel S.Pietro, Bologna 30; Stabia 26; Empoli, Ariano Irpino 22; Viareggio, Civitanova M., Viterbo 20; Salerno 10; Ancona, Brindisi 8.

Joomla Templates and Joomla Extensions by ZooTemplate.Com

Web Master & Web Designer: Fiore Desiderato - Graphics Designer: Michele Roca