Derby all'Ariano, le Farine corsare a Salerno

Stampa

b_330_260_15593462_0___images_stories_0002.RassegnaStampa2015.16_Valerio_vs_Salerno_(palasilvestri).jpgTutto fin troppo facile per Le Farine Magiche che dominano in lungo e largo il derby contro la Galletto Salerno. Confermata la tradizione sempre vincente delle ufitane al Pala Silvestri. Troppo pesanti le assenze della guardia Russo e della pivot Costa per le padrone di casa che si sono trovate al cospetto di una formazione rivitalizzata dai recenti successi. La terza vittoria consecutiva di Ariano è arrivata a valle di una prestazione corale: ben 11 su 12 le irpine a bersaglio con l’unica eccezione di Polina Chelenkova. La giovanissima ala-centro bulgara, classe ’98, ha fatto il suo esordio in prima squadra avendo terminato il suo periodo di formazione nelle giovanili che la rendono una cestista italiana a tutti gli effetti. Classica gara dell’ex per Camilla Valerio, top scorer di un incontro che riapre il discorso salvezza diretta e forse anche quello play-off. La concomitante sconfitta di Civitanova a Castellammare per 64-53 consente ad Ariano di agganciare le marchigiane al nono posto, l’ultimo utile per evitare il barrage dei play-out e di staccare di due lunghezze Viareggio, prossima avversaria.
LA GARA - Ariano ci mette un po’ a carburare in attacco. Dopo il 2/7 dal campo iniziale (5-2 al 3’), Le Farine tentano la prima fuga con un parziale di 12-0 (5-14 al 7’) con cinque cestiste a bersaglio (Cupido, Maggi, Zanetti, Valerio e Celmina). Salerno trova qualche buona soluzione con le proprie guardie, Rauti, Dentamaro e Sapienza, a cavallo del primo mini intervallo (10-14 all’11’). Le ospiti, però, restano in controllo e tentano l’allungo con le chirurgiche Zanetti e Maggi e la rediviva Santabarbara, a bersaglio da oltre l’arco (12-23 al 15’). Contro una front line non ciclopica, coach Ferazzoli preferisce giostrare con la coppia Valerio-Zanetti. C’è spazio però anche per Albanese che va subito a bersaglio. Arriva anche la tripla di capitan Maggi: la fuga sembra quella giusta (15-30 al 17’). Il primo tempo si chiude con una tripla di Celmina ed i punti di De Michele: è +20 (16-36 al 20’). Ariano vuol chiuderla rapidamente,: al ritorno dagli spogliatoi ci pensano Cupido e Valerio a blindarla. Il 5/6 da tre di squadra siglato da Maggi valle addirittura il trentello di vantaggio e completa un parziale di 15-0 a cavallo dell’intervallo lungo. Con la gara in ghiaccio, coach Ferazzoli prova a dar spazio a tutta la panchina: Anche Annabella Falanga va a bersaglio, mentre fa il suo esordio assoluto Polina Chelenkova (23-55 al 30’). Il tassametro continua a correre: il massimo vantaggio della gara arriva con i primi punti dell’incontro di Paparo (27-64 al 36’). Non c’è tempo per festeggiare. Domenica prossima al Pala Cardito arriverà Viareggio. Sarà un match dalla duplice valenza. Da un lato c’è da blindare la migliore posizione possibile in ottica play-out, dall’altra potrebbe arrivare la spinta opposta di un ulteriore successo (il quarto consecutivo) che accrescerebbe le possibilità di spuntarla del duello testa a testa con Civitanova per la salvezza diretta.

GALLETTO SALERNO - LE FARINE MAGICHE ARIANO IRP.: 33-64
Galletto Salerno: Assentato 4, Sapienza 2, Rauti 9, Di Donato, Costabile n.e., Dentamaro 7, Pastena 2, Diuof 4, Fabbricini 2, De Mitri 3. Coach: Braida.
Le Farine Magiche Ariano Irpino: Paparo 5, Valerio 14, Santabarbara 3, Falanga A. 2, Guerri 2, Albanese 2, Chelenkova, Maggi 13, Cupido 8, Celmina 5, Zanetti 7, De Michele 3. Coach: Ferazzoli.
Parziali: (9-14); (7-22); (7-19); (10-9)
Arbitri: Alice Fratalocchi di Fermo (FM), Giorgia Di Luzio di Pescara.
Salerno: T2 11/29; T3: 1/6; Tl 8/12, Rimb. 27
Ariano: T2 20/46; T3: 5/12; Tl 9/11, Rimb. 31

Joomla Templates and Joomla Extensions by ZooTemplate.Com

Web Master & Web Designer: Fiore Desiderato - Graphics Designer: Michele Roca