Cupido carica l'Ariano: "I play-off sono ancora possibili"

Stampa

b_330_260_15593462_0___images_stories_0002.RassegnaStampa2015.16_celmina_vs_castellammare.jpgAd Ariano si respira un’aria diversa. I due successi consecutivi contro Ferrara e Castellammare hanno ridato entusiasmo e fiducia ad un ambiente che si era pericolosamente assuefatto alle sconfitte: ben 11 nelle precedenti 13 gare. La svolta porta il nome di Rosa Cupido. La play-guardia partenopea, protagonista indiscussa della prima parte di stagione in cui Le Farine gravitavano stabilmente in zona play-off, ha ritrovato lo stesso smalto dopo due mesi di sofferenza per una fastidiosa fascite plantare. Per lei 35 punti complessivi nelle ultime due gare: “Mi mancava il basket giocato. Sto cercando di mettere in campo tutto quello avevo dentro. Credo che l’obiettivo play-off possa essere ancora praticabile”. L’impatto di Cupido è andato al di là delle aspettative.

MERCATO CHIUSO O QUASI - Il roster di nuovo al completo ha fatto quasi dimenticare i mancati rinforzi di mercato attesi e mai arrivati. L’ultima tentazione è stata quella della tiratrice Stella Panella che ha lasciato Castel San Pietro: la guardia-ala romana ha voluto concedersi qualche mese lontano dal basket giocato. Sotto canestro non è arrivata la tanto attesa lunga. Da questo punto di vista è in evoluzione la posizione dell’ala-centro Polina Chelenkova. L’under 18 bulgara sta ultimando il periodo di formazione proprio con l’under 18 di coach Calandrelli e potrebbe costituire un aggiunta in extremis qualora arrivasse il placet dalla federazione per il suo impiego da italiana.

FINALMENTE CELMINA - Il successo nel derby contro Castellammare può davvero rappresentare la svolta della stagione. “Sono due punti che accrescono ulteriormente il morale” commenta una coach Ferazzoli che, forse più della scorsa stagione, sta compiendo un autentico miracolo. “E’ stato un match dall’andamento altalenante, come tutto il nostro campionato, ma è scattato qualcosa nelle mente delle ragazze. Al di là degli errori ora sono con la testa nella partita”. E’ stata la serata di Ance Celmina (nella foto). La lettone ha sfoderato la sua miglior prestazione stagionale con 23 punti e tre triple a bersaglio: “Ha preso rimbalzi in difesa, ha segnato da tre, ha giocato uno vs uno. Oggi è stata per la prima volta la nostra “straniera”. La vittoria contro Ferrara l’ha sbloccata. Faccio i complimenti a lei ed a tutte le ragazze. Ora c’è più fiducia, ognuno prende le proprie responsabilità. La serie di sconfitte aveva creato nelle più giovani un boomerang negativo sotto il profilo dell’autostima”. La molla nel recupero di Cupido e nel successo di Ferrara: “Dopo quella gara le ragazze si sono sciolte in un pianto liberatorio”.

ZANETTI - Tante le giocate che hanno strappato applausi nel derby ad un pubblico che è ritornato sesto uomo facendo sentire la propria pressione sulle avversarie. Tra le più belle: il canestro della staffa di Eleonora Zanetti. L’ala vicentina è rasserenata: “Stiamo facendo vedere cosa siamo realmente. Siamo sempre state unite nello spogliatoio. Adesso anche in campo riusciamo a giocare di squadra. Non voglio fare pronostici, ma sono fiduciosa per la crescita della qualità nostro basket”.

IL CALENDARIO - Ora la sosta per le final four di coppa Italia di serie A2. Ci saranno due settimane per preparare due match decisivi per cambiare volto alla stagione. Prima il derby a Salerno, poi lo scontro diretto con Viareggio: “Lavoreremo dal punto di vista fisico, ricordando le nostre regole difensive e cercheremo continuità nei nostri giochi offensivi” precisa coach Ferazzoli. La classifica è incerta: a due punti dalla salvezza diretta, a quattro dai play-off. “Pensiamo una gara alla volta: saranno cinque finali”.

Joomla Templates and Joomla Extensions by ZooTemplate.Com

Web Master & Web Designer: Fiore Desiderato - Graphics Designer: Michele Roca